Colpo grosso della Novipiù JB Monferrato che esce vittoriosa dal Derby contro la Reale Mutua Torino con il punteggio di 76-72 e vola alle Final Eight di Coppa Italia, in programma nel weekend 11-13 marzo. Miglior realizzatore della serata è stato capitan Niccolò Martinoni con 17 punti.

La partita si apre con un parziale di 5-0 firmato da Fabio Valentini e Niccolò Martinoni. Trey Davis dopo 2’ di partita sblocca la Reale Mutua, ma Martinoni risponde con un parziale di 5-0 obbligando coach Casalone al time-out dopo 2’30” di gioco. Al rientro sul parquet Alibegovic interrompe il digiuno torinese e con la tripla fa 10-5. Il gap rimane invariato fino alla metà del quarto con la Novipiù in vantaggio 12-7 prima che De Vico insacchi la tripla del -2 Torino a cui però risponde subito con la stessa moneta Fabio Valentini. Si iscrivono alla partita anche Hill-Mais e Sarto che con 5 punti portano la JBM sul +11 (24-13 a 2’30” dalla fine del quarto). Il primo quarto va in archivio con il punteggio di 26-17.

Leggio con due triple apre il secondo periodo che portano la JBM sul +15 (32-17). Una JBM perfetta in questo inizio di secondo quarto che arriva sul +20 grazie alla tripla di Fabio Valentini (37-17 a 6’30” dall’intervallo), costringendo nuovamente coach Casalone a fermare la partita. Scott sblocca la Reale Mutua e mette a segno i primi punti del quarto per i suoi (37-20). Un 6-0 firmato da Toscano riporta Torino sul -14 (40-26 a metà periodo). Il parziale si allunga sul 9-0 con coach Valentini che ferma subito la partita con il time-out. Dopo oltre 3’ di digiuno si sblocca la JBM grazie ai due liberi di Fabio Valentini (42-31). Si va negli spogliatoi con il punteggio di 42-33.

Al rientro dagli spogliatoi la partita inizia con l’appoggio di Martinoni che riporta la JBM sul +11 (44-33). Girandola di triple: due per la JBM e una per Torino ed il punteggio recita 50-36 dopo 3’ di gioco. Landi con la tripla riporta Torino sul -8 e la schiacciata di Scott sul -6 (50-44) obbligando coach Valentini alla sospensione. La tripla di Landi riporta la Reale Mutua ad un solo possesso di distanza, ma Sarto la riallontana (52-48 a 2’40” dall’ultimo mini-intervallo). Williams con la tripla riporta la Novipiù sul +7 (55-48). Si va all’ultima pausa con il punteggio di 59-52.

L’ultimo periodo si apre con il lay-up di Formenti che riporta la squadra di coach Valentini sul +9 (61-52). Zugno con il jumper riaccorcia per la squadra di Casalone (61-54 a 8’ dalla sirena finale). Martinoni con la tripla risponde a De Vico e dopo 3’ il punteggio è 64-61 per la Novipiù. Si segna poco in quest’ultimo periodo (5-9 il parziale in favore di Torino), ma Leggio insacca due liberi e porta la JBM sul +7 (68-61 a metà periodo). Penny Williams con il jumper allontana la Reale Mutua (70-61 a 2’20” dalla fine). Il gioco da quattro punti di Alibegovic riavvicina Torino sul -4 (70-66) e con Landi la squadra di coach Casalone si arriva a -1 (70-69 a 1’ dalla fine). L’ultimo minuto è pura passione: Formenti fa 2/2 dalla lunetta e riporta la JBM sul +3 (72-69). Alibegovic pareggia con la tripla. Formenti gli risponde con la stessa moneta e a 19” dalla fine la JBM è in vantaggio 75-72. Landi sbaglia la tripla del pareggio e Hill-Mais fa 1/2 dalla lunetta. La JBM vince 76-72 e vola alle Final Eight di Coppa Italia.  

Novipiù JB Monferrato – Reale Mutua Torino 76-72 (26-17, 42-33, 59-52)

Novipiù JB Monferrato: Sarto 7, Bertola NE, Valentini F. 11, Valentini L., Formenti 7, Sirchia NE, Williams 15, Lomele NE, Okeke 2, Martinoni 17, Leggio 14, Hill-Mais 3. All.: Andrea Valentini.

Reale Mutua Torino: Alibegovic 20, Pagani 2, Oboe, Landi 13, Pirani NE, Toscano 8, De Vico 6, Scott 13, Raviola NE, Davis 8, Zugno 2. All.: Edoardo Casalone.

Il commento di coach Stefano Comazzi: “Per prima cosa voglio ringraziare coach Valentini che mi ha lasciato l’onore di presenziare a questa conferenza stampa. Sapeva che per me questa partita era molto sentita, chiaramente senza un minimo di acredine, solo sportivamente parlando. Chiaramente sono molto felice che la squadra sia riuscita a vincere la partita e tutte le conseguenze della vittoria: prima di tutto la qualificazione alle Final Eight di Coppa Italia, che è una conferma importante per noi. Poi i 18 punti in classifica a fine girone di andata che sono un risultato inaspettato, ma sono un tesoro importantissimo per noi. Quindi credo che per queste due cose ci debba essere un complimento diffuso alla proprietà, alla squadra, allo staff e a tutti quelli che lavorano in questa società, perché credo che sia un risultato di tutti, anche della città. Venendo alla gara di oggi, credo che sia stata la partita più difficile dell’anno, perché è stata una partita che si portava dietro per la prima volta una posta importante. Non è stato sicuramente una partita bellissima dal punto di vista tecnico se non forse per i primi dieci minuti, ma è stata una partita con un grande tasso di agonismo. Quando abbiamo raggiunto il massimo vantaggio avremmo dovuto sapere che non sarebbe stato quello il trend della partita. Dopo la gara è un po’ cambiata e va a noi il grande merito di essere riusciti a portarla a casa con l’ultimo tiro di Formenti, ma la voglia di vincere è stata diffusa lungo tutta la partita. Un grande complimento a tutti quanti.